capo gruppo - alpini1

Vai ai contenuti

Menu principale:

capo gruppo

Sede Org. Gruppo



IL CAPOGRUPPO

Il Capogruppo è la figura basilare della organizzazione della nostra associazione , è un punto di riferimento per gli alpini e la intera comunità dove opera ,è responsabile sia morale che materiale ma anche legale del Gruppo in tutte le sue multi forme espressioni , dalla conduzione del Consiglio alla Squadra di Protezione Civile alla Sede ai Lavori e Manifestazioni ; dunque in ogni dove sia presente un Socio del Gruppo a rappresentarlo è comunque responsabile il Capogruppo.

Il Capogruppo è eletto dalla Assemblea del Gruppo, la durata della sua carica è di tre anni, questo perché possa riuscire a realizzare non solo la conduzione operativa normale del Gruppo ma anche perché possa pensare e realizzare progetti frutto di idee  maturate, studiate e condivise dal Consiglio e in generale dal Gruppo ma  di lungo respiro.

CAPOGRUPPO PERIODO 2017 - 2019


SERGENTE PARACADUTISTA ALPINO   CASTELLARIN FILIBERTO
VIA VERSUTTA, 44
S.GIOVANNI DI CASARSA




Il nostro CapoGruppo ha una cura in particolare per  i soci alpini Andati Avanti che non dobbiamo dimenticare proprio per l'impegno che oltre la famiglia e il lavoro hanno dimostrato di offrire alla comunità negli impegni che il Gruppo ha organizzato; così sostenendone vita e futuro senza chiedere riconoscimenti solo nella semplice umiltà di aver dato una mano.

La Funzione Funebre che il Gruppo offre al ricordo del socio Andato Avanti si può riassumere  così:

- Il Gruppo Partecipa alle esequie del Socio in regola con il tesseramento del anno in corso con :

              - Telegramma alla Famiglia;

               - Epigrafe del Gruppo con foto con cappello se c'è , Cognome,nome, classe, reparto

                    condoglianze alla famiglia, la chiamata dei soci alle esequie con il Cappello Alpino.

                 -  Alle  esequie chiama i Gagliardetti della 8^ Zona <<Medio Tagliamento >> ,

 Gr. Bagnarola, Cordovado, Savorgnano,San Vito al Tagliamento, Sesto al Reghena, Morsano, Mussons, ;

                 - La Cerimonia Funebre si svolge così :

                                           - Si formano due ali di Gagliardetti che accolgono il feretro che entra

                                            in chiesa  il primo deve essere quello di Casarsa-S.Giovanni, ,

                                            se non ci sono Gagliardetti si formano di alpini,

                                               Al arrivo del socio il Capogruppo dà l'attenti,

                                              poi si entra in chiesa accompagnandolo,  dentro ci si ridispone sempre

                                              come ali al altare , ai lati o sotto o sopra l'altare, lasciare

libero davanti per la comunione, il Gagliardetto  si alza alla offerta della

particola , dopo il Ringraziamento il CapoGruppo o chi per lui dà l'Alpini Attenti

e  legge la Preghiera dell'Alpino, Alpini Riposo.

Si esce dalla chiesa cominciando dalle Bandiere e i Gagliardetti presenti, le Autorità, e gli Alpini e popolazione, fuori si ricostituiscono le ali di Gagliardetti ,Alpini e popolazione si dà l'attenti alla uscita del feretro , si carica in macchina e se a piedi ci si pone davanti con i Gagliardetti e alpini.


CAPOGRUPPO  PERIODO 1965-67 e 2007-09 e 2010-12  e  riconfermato 2013 - 2015 e 2016






TEN. GEOM. LUCIANO NICLI

VIA MONTECAVALLO  N.3                               

33072 CASARSA DELLA DELIZIA (PN)


Il nostro Luciano ha già svolto egregiamente questo incarico nel lontano triennio 1965-67 , prese il Gruppo dopo la ricostituzione del 1960 dal indimenticabile Ten. Mo. Antonio Spagnol ; e portò il Gruppo a 100 soci , organizzò un raduno, ma soprattutto recuperò la Piastra  fatta in conserva dal Comune di Casarsa e dai Valorosi Alpini negli anni venti a ricordo in Caduti della Guerra 1915-18 , oggi è posta dietro l'altare della cappella cimiteriale di Casarsa.



La PIastra riproduce il soggetto di memoria della medaglia coniata  per la Sagra della Vittoria culminata con la Cerimonia delle spoglie del Milite Ignoto traslate da Aquileia al Vittoriale a Roma:

<<La Vittoria che porge la Corona d'Alloro al Caduto steso sulla barella nel momento di esalare l'ultimo respiro >>.



Il nostro CapoGruppo ha una cura in particolare per  i soci alpini Andati Avanti che non dobbiamo dimenticare proprio per l'impegno che oltre la famiglia e il lavoro hanno dimostrato di offrire alla comunità negli impegni che il Gruppo ha organizzato; così sostenendone vita e futuro senza chiedere riconoscimenti solo nella semplice umiltà di aver dato una mano.

La Funzione Funebre che il Gruppo offre al ricordo del socio Andato Avanti si può riassumere  così:

- Il Gruppo Partecipa alle esequie del Socio in regola con il tesseramento del anno in corso con :

              - Telegramma alla Famiglia;

               - Epigrafe del Gruppo con foto con cappello se c'è , Cognome,nome, classe, reparto

                    condoglianze alla famiglia, la chiamata dei soci alle esequie con il Cappello Alpino.

                 -  Alle  esequie chiama i Gagliardetti della 8^ Zona <<Medio Tagliamento >> ,

 Gr. Bagnarola, Cordovado, Savorgnano,San Vito al Tagliamento, Sesto al Reghena, Morsano, Mussons, ;

                 - La Cerimonia Funebre si svolge così :

                                           - Si formano due ali di Gagliardetti che accolgono il feretro che entra

                                            in chiesa  il primo deve essere quello di Casarsa-S.Giovanni, ,

                                            se non ci sono Gagliardetti si formano di alpini,

                                               Al arrivo del socio il Capogruppo dà l'attenti,

                                              poi si entra in chiesa accompagnandolo,  dentro ci si ridispone sempre

                                              come ali al altare , ai lati o sotto o sopra l'altare, lasciare

libero davanti per la comunione, il Gagliardetto  si alza alla offerta della

particola , dopo il Ringraziamento il CapoGruppo o chi per lui dà l'Alpini Attenti

e  legge la Preghiera dell'Alpino, Alpini Riposo.

Si esce dalla chiesa cominciando dalle Bandiere e i Gagliardetti presenti, le Autorità, e gli Alpini e popolazione, fuori si ricostituiscono le ali di Gagliardetti ,Alpini e popolazione si dà l'attenti alla uscita del feretro , si carica in macchina e se a piedi ci si pone davanti con i Gagliardetti e alpini.






 
Torna ai contenuti | Torna al menu